Rogna Cane: tipologie, sintomi e rimedi

Rogna Cane: tipologie, sintomi e rimedi

Come si manifesta la rogna

La Rogna è una malattia molto diffusa nei cani ed è altamente contagiosa. È trasmessa da particolari acari che si comportano da ectoparassiti infestando gli animali (cane, gatto, uomo, volpi, conigli, furetti ecc). Gli acari sono ubiquitari pertanto vivono in qualsiasi ambiente e in qualsiasi stagione; sono aracnidi e in quanto tali sono dotati di quattro paia di arti; sono parassiti obbligati pertanto per vivere necessitano di compiere tutto il loro ciclo vitale e riproduttivo sul derma dell’animale infestato. L’acaro mostra vari stadi evolutivi: uovo, larva, ninfa e adulto. Il ciclo vitale si esplica in circa tre/quattro settimane.

Tipologie di rogna canina

Nel cane esistono varie tipologie di rogne causate da acari di diverse Famiglie. La rogna sarcoptica è causata dal Sarcoptes Scabiei e causa la patologia conosciuta con il nome di Scabbia. La trasmissione è rapida e può avvenire sia per contatto diretto che indiretto (ambienti contaminati, strumenti per toelettatura ecc); il loro ciclo vitale si svolge prevalentemente all’interno dello strato corneo della cute dell’animale. Sono detti acari “scavatori” in quanto, una volta uscite dalle uova, le larve migrano all’interno del derma scavando delle gallerie e nutrendosi di sangue e detriti cutanei. 

Tutto ciò determina nell’animale una sintomatologia acuta che si evidenzia con forte prurito, dermatite con formazione di scaglie cutanee e può evolvere, se non curata all’insorgenza dei segni clinici, in papule, pustole e lesioni crostose con alopecia diffusa soprattutto a carico di muso, orecchie, gomiti, ascelle, garretti, porzione ventrale dell’addome (nelle zone prive di pelo). La sede delle lesioni è fondamentale per differenziare una rogna sarcoptica dalla psoroptica o dalle altre tipologie. ll prurito è talmente intenso da provocare autotraumatismi.

La rogna Psoroptica è causata dall’acaro del genere Psoroptes. È famosa col nome di “rogna umida” ed è ubiquitaria come la precedente. Questo parassita si localizza nelle zone con più pelo e ha un apparato succhiatore che gli permette di nutrirsi della linfa dell’animale. Anche questa rogna è molto pruriginosa, mentre il ciclo vitale è di circa due settimane e le lesioni si evidenziano in forma crostosa diffusa. La rogna Corioptica è analoga alla precedente, unica differenza è la localizzazione delle lesioni che è a carico degli arti. 

Altra rogna che possiamo riscontrare nel cane è la rogna Otodettica, agente eziologico acaro Otodectes Cynotis che colpisce esclusivamente il condotto uditivo del cane. È anch’essa molto pruriginosa tanto da causare autotraumatismi da grattamento e otoematomi. È peculiare il materiale ceruminoso che determina che assume un colore simile al cioccolato ed è maleodorante.

Infine abbiamo la rogna Demodettica, che a differenza delle precedenti appartiene a un altro ordine (Prostigmata) ed è anche detta “rogna rossa”. Il demodex è un acaro dal corpo affusolato e vive nei follicoli piliferi e nelle ghiandole sebacee quindi si riscontra nelle zone più profonde del derma a differenza delle rogne precedenti. La trasmissione solitamente avviene tra madre e figli durante l’allattamento; le zone del corpo colpite sono pertanto bocca, muso e zampe (principalmente gli spazi interdigitali). Nel cane può rimanere latente se il soggetto gode di buona salute, ma in presenza di forte parassitosi o in corso di patologie debilitanti che abbassano le difese immunitarie può palesarsi sotto forma di dermatite pustolosa/crostosa.

Come curare la rogna del cane

La diagnosi consiste nell’isolamento dell’acaro mediante campionamenti di cute, peli e detriti cutanei, tecniche specialistiche quali raschiati cutanei, scotch test, prelievi per apposizione cutanea, biopsie cutanea, tamponi auricolari (rogna otodettica) eccetera. Il fine è di identificare il parassita morfologicamente e geneticamente così da comprendere il tipo di rogna che sta infestando l'animale. Il sospetto deve essere supportato dai segni clinici e dalla localizzazione delle lesioni.

La cura è lunga e meticolosa. In commercio sono presenti numerosi prodotti acaricidi che possono essere applicati come spot-on o sottoforma di bagni medicati. Nei casi più gravi di infestazione è possibile ricorrere a presidi medici da dare per bocca o solo sotto stretta supervisione del medico veterinario per via sottocutanea. Nei casi di dermatiti complicate da infezioni batteriche sarà opportuno ricorrere a cicli di terapia antibiotica.

A scopo preventivo è auspicabile applicare mensilmente antiparassitari ed effettuare sverminazioni ogni 6 mesi e controllare sempre il cane al rientro dalle passeggiate; se dovessero evidenziarsi aree di alopecia, dermatite e prurito diffuso si consiglia di consultare il medico veterinario così da escludere acariasi di tale natura. Evitare ambienti con sovraffollamento di cani e con scarsa igiene.

La rogna del cane è contagiosa per l’uomo?

La rogna Sarcoptica è l’unica che può essere trasmessa all’uomo, ma tale contagio avviene raramente. A infezione avvenuta nell’uomo la sintomatologia è molto più blanda rispetto a quella del cane in quanto gli acari resistono meno sulla nostra cute e si manifesta con una dermatite diffusa. Una cura farmacologica risolve in breve tempo la patologia. Ovviamente come avviene per tutte le zoonosi il cane può infestare l’uomo e viceversa.

Alimentazione del cane per la cura del pelo e della pelle

È infine opportuno prestare attenzione, a prescindere dalla specifica tipologia di Rogna, all’alimentazione del proprio cane. Molto importante supportarlo nel recupero somministrandogli una dieta bilanciata e attenta agli equilibri della pelle e del pelo. Un aiuto in questo senso arriva dai prodotti della linea Sensitive Skin con OptiDerma di PURINA PROPLAN, che fornirà gli elementi giusti per il recupero del manto abituale. 

Altro prodotto adatto a un cane che si trova ad affrontare la rogna è il TONUS DOG CHOW Sensitive Cane Crocchette con Salmone, la cui formula si prende cura sia della pelle che pelo. Inoltre, sosterrà il sistema immunitario, grazie anche al suo contenuto di vitamina E, e fornirà anche un prezioso apporto di omega 3 e 6.

In caso di forte perdita di pelo e lesioni più o meno estese è consigliato anche il ricorso ad alimentazioni più specifiche. Utile in questa eventualità il consumo di PURINA PRO PLAN VETERINARY DIETS secco cane DRM Dermatosis per supportare correttamente pelo e pelle nei casi più impegnativi.

I consigliati per te

Scopri la dieta adatta al tuo pet

Il mio cane

dog icon

Il mio gatto

dog icon

QUALITA PURINA

QUALITA PURINA

RESO SEMPLICE

RESO SEMPLICE

PAGAMENTI SICURI E PROTETTI

PAGAMENTI SICURI E PROTETTI

SPEDIZIONI SICURE E VELOCI

SPEDIZIONI SICURE E VELOCI

Pets image 
Purinashop.it - Nestlé Purina Commerciale S.R.L. - Via del Mulino 6, 20090 Assago (MI) - REA MI-2559009, P. IVA 10805410965 ed è gestito ad ogni effetto operativo da B2X S.r.l. con sede in Roma, Via Tiburtina, 1236, P.IVA 11020591001, PEC b2x@legalmail.it - Tutti i diritti riservati.