Chatta con noi
Contatta il nostro Servizio Consumatori
Trova il tuo prodotto
Cane
Gatto
Trova il tuo prodotto
Scopri l'alimentazione più indicata per il tuo Cane
Trova il tuo prodotto
Scopri l'alimentazione più indicata per il tuo Gatto

Come mantenere lucido e pulito il pelo del gatto

Pelo del Gatto: come curarlo e mantenerlo pulito e lucente 


Curare il pelo del gatto non è solo una buona abitudine per i proprietari, ma anche una necessità per il benessere dell'amico animale. Le condizioni del manto del felino, infatti, forniscono indicazioni utili sulla sua salute: quando non risulta soffice e lucente, oppure quando si manifestano sintomi come dermatiti, forfora, secchezza della pelle o perdita di ciuffi, è indispensabile consultare il veterinario. Ma quali sono i consigli utili per mantenerlo sempre al meglio, con facili pratiche da eseguire senza stress anche a livello domestico? Di seguito, qualche utile consiglio.

 

Come pulire il pelo del gatto

 

Il primo passo per un pelo felino sempre morbido e splendente è, come facile intuire, procedere regolarmente a piccole pratiche di pulizia. È indispensabile premettere, però, come i gatti siano solitamente dei maestri nel mantenere il loro manto pulito, grazie all'abitudine al grooming: leccandosi ripetutamente il pelo, data la particolare conformazione della loro lingua, riescono a rimuovere efficacemente detriti e impurità.

 

Il modo più efficace per aiutare il micio in questa operazione è quello di ricorrere alle spazzole, degli strumenti irrinunciabili sia per animali a pelo corto che a pelo lungo. Disponibili in tutti i negozi dedicati agli amici domestici, sono solitamente offerte in due tipologie: una rettangolare e con denti distanziati per raccogliere e intrappolare il pelo in eccesso, a cui si aggiunge uno spazzolino tondo a fibre fitte e morbide per rimuovere i residui più piccoli, come quelli di polvere o  le fisiologiche scaglie di pelle morta.

Per gli esemplari a pelo corto, è sufficiente passare le spazzole in direzione del pelo, procedendo dalla testa alla coda, con movimenti dolci e senza premere troppo. In questo modo, si eviterà di causare al felino dolore in caso di nodi, così come di graffiare la sua pelle. Per gli animali a pelo lungo, invece, può essere utile creare dei ciuffetti con le mani, da spazzolare in modo blando su tutta la lunghezza, non forzando in caso di nodi.

Particolare attenzione, inoltre, deve essere riposta sul come pulire un gatto in crescita. I cuccioli vengono di solito sottoposti al grooming dalla madre, che ne mantiene il manto sempre lucido. Quando il contatto materno non è più disponibile, bisogna procedere con strumenti e spazzole di appropriata misura, poiché le soluzioni per gatti adulti non sono idonee. E proprio a differenza degli adulti, che possono essere spazzolati più volte alla settimana, l'operazione con i cuccioli dovrebbe risultare meno frequente affinché non venga irritata la loro delicata pelle.

Si ricorda come quella del gatto che perde pelo sia una condizione del tutto comune per questi animali e non deve destare preoccupazione, a meno che la caduta non sia talmente eccessiva da lasciare aree di epidermide scoperta.


Antiparassitari e bagni per il gatto 

 

La spazzola potrebbe non essere sufficiente per mantenere il manto del gatto in forma: è infatti necessario provvedere al controllo e all'eradicazione di eventuali parassiti. Pulci, zecche e molti altri: gli ospiti sgraditi non solo rendono il pelo del gatto opaco, secco e poco gradevole al tatto, ma possono avere conseguenze anche serie sulla sua salute. Con l'aiuto del veterinario, è bene scegliere una soluzione che funga da protezione, come antiparassitari spot-on oppure appositi collarini.

 

Oltre alla presenza di parassiti e insetti, spesso i proprietari si chiedono se sia il caso di sottoporre il gatto a bagni regolari. Il primo fattore da valutare è la tolleranza del micio all'operazione: la maggior parte dei felini non ama l'acqua, anche se esistono numerose eccezioni. Vagliata la possibilità di eseguire un bagno sereno, bisognerà scegliere prodotti specifici che non solo siano in grado di rispettare il PH della pelle, ma anche protettivi del microfilm oleoso che l'animale produce naturalmente a livello dell’epidermide. Bagni troppo aggressivi, oppure eseguiti troppo frequentemente, possono rendere il pelo spento e sfibrato, determinare irritazioni, forfora e dermatiti. Attenzione anche alla fase di asciugatura, che non dovrebbe essere eseguita con fonti di calore troppo elevato, puntate direttamente sul manto dell'animale.

Pelo del gatto e alimentazione 

 

Per un pelo del gatto sempre sano e brillante, è importante anche agire sul fronte dell'alimentazione, scegliendo cibi completi che forniscano all'animale tutte le sostanze nutritive di cui ha bisogno. Le carenze alimentari, come quella di Omega 3, sono ad esempio alla base della formazione della fastidiosa forfora.

 

Purina, da sempre attenta al benessere degli animali, prevede delle proposte complete e bilanciate per garantire un manto sempre splendente e sano. Nella linea PRO PLAN VETERINARY DIETS, ad esempio, l'alimento dietetico Hypoallergenic HA St/Ox è specificamente formulato per la riduzione di intolleranze a ingredienti e sostanze nutritive nei gatti sia adulti che cuccioli, possibili cause di disturbi cutanei. Ancora, con Purina One BIFENSIS si potrà approfittare di croccantini sani e gustosi, ricchi di acidi grassi essenziali per la salute del manto.