Otite nel Cane: Cause, Sintomi e Rimedi

Otite nel Cane: Cause, Sintomi e Rimedi

Otite nel cane: scopri cause, sintomi e rimedi  

L’otite è un processo infiammatorio che può verificarsi in diverse parti dell’orecchio del cane. Infatti, per esempio, si parla di otite esterna quando siamo di fronte ad una condizione che coinvolge il padiglione auricolare ed il condotto uditivo esterno, mentre quando ad essere colpita è la zona dell’orecchio medio si parlerà invece di otite media, oppure di otite interna se sono coinvolte le strutture ancora più interne. L’otite è una condizione piuttosto frequente che può essere frustrante per il cane e per il proprietario; per tale motivo è imprescindibile rivolgersi al medico veterinario di fiducia per intraprendere il percorso diagnostico e terapeutico più adeguato.   

 

Razze predisposte all’otite 

L’otite può svilupparsi in soggetti di ogni età, razza e taglia, ma è opportuno ricordare che nel cane la conformazione dell’orecchio esterno può essere diversa tra le razze e questa diversità, in particolare la lunghezza e il diametro del condotto, ha un ruolo fondamentale nella predisposizione alle patologie auricolari. Scopriamo quali sono le razze più predisposte: 

  1. Cocker spaniel, basset hound, bassottoqueste razze sono maggiormente esposte a causa della forma delle orecchie, lunghe e pendentiQuesta conformazione tende a chiudere il condotto esterno e ad ostacolare la circolazione dell’aria. Il conseguente aumento della temperatura e dell’umidità nel condotto potrebbero favorire una crescita batterica o fungina eccessiva, in grado di provocare l’infiammazione. 
  1. Barboncino, yorkshire terrier e altre razze con molti peli in prossimità della parte più esterna del condotto uditivo: la presenza di questo fitto pelo inibisce ancora una buona traspirazione ma soprattutto trattiene eventuali corpi estranei. 

Sono inoltre particolarmente soggetti i cani: 

  1. che vanno spesso a contatto con l’acqua, con nuotate e tuffi che causano l’entrata di acqua che, se non viene gestita tempestivamente con un’accurata pulizia, può permanere all’interno del condotto uditivo.  
  1. che vengono lavati troppo spesso o in modo non appropriato, con analoghe conseguenze a causa della creazione di un ambiente troppo umido all’interno dell’orecchio. 

 

Cause più comuni dell’otite del cane 

Le cause più comuni dell’otite del cane sono: parassiti, soprattutto acarireazioni avverse al cibo, dermatite atopica o la presenza di corpi estranei, come ad esempio, soprattutto nella stagione estiva, le piccole spighe di graminacee 

 

Come individuare i primi segni dell’otite nel cane 

Come fare per individuare l’otite nel cane? Facendo attenzione ad alcuni segni come: 

  1. Scuotimento della testa. 
  1. Forte prurito che può portare il cane a grattarsi con le zampe o, ad esempio, contro le pareti domestiche provocandosi talvolta e nei casi più gravi delle piccole lesioni.  
  1. Dolore al tatto e irritabilità quando il proprietario accarezza il cane: anche l’animale più docile e affezionato può reagire con l’allontanamento o con un episodio di aggressività qualora senta minacciato anche inavvertitamente l’orecchio dolente da parte del proprietario. 
  1. Odore sgradevole che proviene dall’orecchio 
  1. Arrossamento anche vistoso delle parti osservabili del condotto uditivo. 
  1. Testa tenuta piegata dalla parte dolente. 

 

Come prevenire l’otite nel cane 

Esistono delle buone pratiche che il proprietario può mettere in atto per evitare il possibile sviluppo di problemi auricolari. Vediamo alcuni esempi: 

  1. Evitarenuotate e tuffi troppo frequenti. Nel caso questo accada avere l’accortezza di asciugare delicatamente la testa e le orecchie del cane con un panno avendo cura di non andare troppo in profondità e di evitare l’utilizzo degli appositi bastoncini che vengono usati per l’igiene auricolare in umana. 
  2. Gestirei bagnetti. Un suggerimento può essere quello di porre all’entrata del condotto uditivo esterno un batuffolo di cotone avendo cura che non rimanga dentro al termine del bagnetto. Preferire la toelettatura professionale qualora non ci si senta in grado di poter eseguire al meglio e in sicurezza l’operazione a casa. 
  3. Evitare le passeggiate dove le erbe sono altee secche. Nel caso fosse impossibile, al rientro avere molta attenzione nell’ispezionare le orecchie del cane in modo da togliere eventuali spighe che stiano per introdursi nel condotto uditivo. 
  4. Evitare le aree troppo frequentate da altri canie la socializzazione con cani di cui non si conosca bene lo stato di salute e appaiano visibilmente non tenuti correttamente dal punto di vista igienico-sanitario: questo aiuta a prevenire senza dubbio che il proprio cane possa contrarre ad esempio dei parassiti o acari che possono portare allo sviluppo di otite. 
  5. Scegliere un’alimentazione dimantenimento completa e bilanciatamentre nel caso in cui il medico veterinario abbia diagnosticato ad esempio una reazione avversa al cibo, potrà suggerire un alimento dietetico completo appositamente formulato per la gestione di questa condizione. 

 

Quali cure per l’otite esterna del cane 

La diagnosi tempestiva e precoce dell’otite esterna è importante per la riuscita della terapia e per evitare complicazioni che potrebbero interessare l’orecchio medio o addirittura l’orecchio interno. Il suggerimento più opportuno è quello di prenotare una visita dal medico veterinario non appena ci si accorge che qualcosa non va oppure se iniziano a comparire alcuni dei segni precedentemente elencati. Il medico veterinario, a seguito di un’accurata visita condotta con gli strumenti idonei, potrà diagnosticare la causa e proporre un’adeguata terapia farmacologica e/o nutrizionale. 

Scopri la dieta adatta al tuo pet

Il mio cane

dog icon

Il mio gatto

dog icon

QUALITA PURINA

QUALITA PURINA

RESO SEMPLICE

RESO SEMPLICE

PAGAMENTI SICURI E PROTETTI

PAGAMENTI SICURI E PROTETTI

SPEDIZIONI SICURE E VELOCI

SPEDIZIONI SICURE E VELOCI

Pets image 
Purinashop.it - Nestlé Purina Commerciale S.R.L. - Via del Mulino 6, 20090 Assago (MI) - REA MI-2559009, P. IVA 10805410965 ed è gestito ad ogni effetto operativo da B2X S.r.l. con sede in Roma, Via Tiburtina, 1236, P.IVA 11020591001, PEC b2x@legalmail.it - Tutti i diritti riservati.