Curiosità sui Gatti

Curiosità sui Gatti

CURIOSITA’ SUI GATTI: COSE CHE NON SAI SUI FELINI 

I gatti sono animali dal comportamento curioso, perché il loro modo di relazionarsi e di comunicare fra i conspecifici e con gli umani è molto differente da quello utilizzato dai cani, molto più esplicito e maggiormente comprensibile.

La spiegazione nei confronti di molti dei loro bizzarri comportamenti potrebbe risiedere nel fatto che il gatto è un animale socievole, ma minimalista.

SCOPRI ALCUNE CURIOSITÀ SUL GATTO 

Perché il gatto lecca le mani del proprietario?

Si tratta di una dimostrazione d’affetto, un segnale di grande intimità. È una delle tipiche cure parentali che la mamma gatta rivolge ai suoi gattini per lisciare e tenere pulito il pelo togliendo eventuali odori residui che possano attirare l’attenzione di predatori pericolosi per la prole. Quando lo compie sulle mani o le braccia del proprietario il gatto segnala il suo profondo attaccamento.

COME FANNO I GATTI A COMPIERE SALTI COSÌ PRECISI? 

Il gatto in natura è un animale arrampicatore, ama salire e spostarsi da ramo in ramo sugli alberi anche per sorprendere il topolino con un balzo dall’alto o un uccellino appollaiato su un altro ramo: non gli è permesso sbagliare per non fallire il colpo o per non cadere a terra. Per compiere il salto calcola minuziosamente la distanza, aiutandosi con i movimenti della testa, quasi come un geometra che esegue dei rilievi.

PERCHÉ I GATTI FANNO LE FUSA? 

Le fusa sono un segnale sonoro molto tenue, che si può udire solo a distanza ravvicinata, che la gatta in natura compie quando vuole segnalare alla nidiata la propria presenza e il proprio affetto senza per questo svelare a possibili predatori nella zona la presenza del rifugio. Anche un gatto che fa le fusa al proprietario mima questo comportamento manifestando il proprio attaccamento. In alcuni casi, però, le fusa vengono emesse anche in situazione di paura e dolore, per comunicare uno stato di disagio al proprietario

PERCHÉ IL GATTO SI STROFINA AL PROPRIETARIO? 

Perché il gatto strofina il muso, la parte posteriore del corpo contro i pantaloni o la mano del proprietario? Perché in queste zone, oltre che nei polpastrelli, il gatto possiede delle ghiandole che rilasciano i ferormoni ovvero sostanze odorose che rappresentano un importante mezzo di comunicazione per il gatto. Quando il gatto si strofina sul corpo o sui vestiti del proprietario non è perché vuole “autoaccarezzarsi”, ma perché vuole lasciare il suo odore su ciò che lo circonda, manifestando così la propria amicizia e comunicando agli altri la sua presenza in quel contesto.

PERCHÉ IL GATTO LASCIA I SUOI GRAFFI SULLE SUPERFICI VERTICALI DEL MOBILIO DI CASA? 

Per segnalare la propria presenza nel territorio, attraverso i segni visivi dei graffi e la marcatura olfattiva lasciata dalle ghiandole sudoripare dei suoi polpastrelli.

PERCHÉ IN VISITA DAL MEDICO VETERINARIO IL GATTO PERDE COSÌ TANTO PELO? 

La paura e lo stress nei confronti di un luogo estraneo, di un tavolo da visita e di inusuali manipolazioni da parte di un estraneo potrebbero provocare la vasocostrizione periferica che determina la perdita di una notevole quantità di peli all’animale. Nessuna paura: i peli perduti ricresceranno senza lasciare danni estetici!

I GATTI NON VEDONO DA VICINO? 

La visione del gatto, animale predatore notturno, è molto differente da quella umana. I colori non gli appaiono così definiti, percepisce meglio i colori freddi, orientati verso il blu e il violetto, e da vicino ha una visione piuttosto sfocata. Percepisce molto meglio un animale o un oggetto in movimento rispetto ad uno fermo, vede meglio nella penombra che in piena luce per la particolare forma della sua pupilla e di notte ha una capacità visiva molto superiore a quella umana, per una particolare struttura della retina.

I GATTI SENTONO IL DOLCE? 

Il gusto è importante per la scelta, il consumo e l’accettazione degli alimenti. Il gatto è in grado di percepire quattro sapori: il salato, l’amaro, l’aspro e l’umami (saporito), mentre non è in grado di percepire il sapore dolce poiché i recettori del gusto dolce presenti sulla lingua del gatto non sono attivi.

PERCHÉ IL GATTO FIUTA COSÌ A LUNGO IL CIBO? 

Perché il suo olfatto è molto fine e gran parte delle informazioni sulle caratteristiche del cibo che gli viene fornito le ottiene con una approfondita indagine olfattiva. Ecco perché talvolta il gatto rifiuta una proposta di cibo senza nemmeno assaggiarla, lasciando basito il proprietario!

PERCHÉ I GATTI PREFERISCONO ALIMENTARSI CON IL CIBO A TEMPERATURA AMBIENTE? 

Perché in natura il gatto, animale cacciatore, si alimenta della sua preda non appena è stata neutralizzata, quando il suo corpo ha una temperatura attorno ai 37-38°C.

PERCHÉ IL GATTO DI CASA SI ALIMENTA CON PICCOLI FREQUENTI PASTI? 

Perché il gatto è un cacciatore solitario e le sue prede sono molto più piccole di lui, quindi deve consumarne parecchie nel corso della sua giornata per soddisfare il proprio fabbisogno nutrizionale. Oltre a questo, in natura il gatto porta la sua preda su un albero o in un cespuglio per poterla consumare con calma e al sicuro. Ecco perché al gatto di casa sarebbe opportuno posizionare la ciotola del cibo in un luogo appartato, con luce tenue, lontano da rumori e trambusti.

È CORRETTO ALIMENTARE UN GATTO SEMPRE CON LO STESSO CIBO? 

Di solito i gatti non amano mangiare sempre lo stesso cibo, infatti spesso mostrano un’avversione crescente verso un alimento familiare e preferisco variare la consistenza ed il gusto della loro razione alimentare.

IL GATTO PUÒ DIVENTARE VEGETARIANO? 

No! Il gatto ha la necessità di assumere nutrienti di origine animale perché altrimenti potrebbe andare incontro a carenze e squilibri nutrizionali. I gatti sono carnivori stretti e necessitano di un’alimentazione completa e bilanciata con un adeguato apporto di nutrienti. Il gatto necessita nella sua alimentazione di più proteine rispetto al cane e non è in grado di sintetizzare in autonomia alcune sostanze come ad esempio la taurina, un aminoacido contenuto nei tessuti animali che è importante per lo sviluppo della retina e del miocardio. La taurina è un aminoacido essenziale per il gatto che deve essere necessariamente introdotto con la razione alimentare.

CURIOSITA’ COMUNICATIVE: I SEGNALI DI AVVICINAMENTO DEL GATTO 

Un gatto utilizza alcuni segnali per manifestare la sua disponibilità all’avvicinamento quando incontra altri gatti o persone. Questi segnali non sono molto conosciuti nemmeno dai proprietari. Vediamone alcuni:

  1. Socchiude gli occhi, fa un doppio occhiolino: in questo modo il gatto compie un segnale opposto allo spalancare gli occhi fissando l’osservatore. Questo segnale comunica che il gatto non è spaventato né irritato, quindi è ben disposto nei confronti di chi ha di fronte.
  2. Sbadiglia: questo segnale comunica un buono stato di rilassamento, di tranquillità, esattamente il contrario di quanto si osserva nel cane, in cui lo sbadiglio è un segnale auto-calmante in una situazione in cui si sente a disagio. Il gatto segnala la sua disponibilità ad avvicinarsi o a farsi avvicinare, magari per una carezza.
  3. Lo stiramento (stretching): tipici movimenti del gatto appena sveglio: costituisce un segnale di rilassamento, di non aggressività, di sua disponibilità ad iniziare una socievole relazione intraspecifica o con l’umano che lo osserva.

 

COSE CHE NON SAI SUI GATTI 

Com’è l’udito di un gatto? L’udito è uno dei suoi sensi maggiormente sviluppati: si ritiene che sia migliore di quello di un cane.

Il gatto riesce a percepire molto bene il più piccolo fruscio o scricchiolio, oltre naturalmente agli ultrasuoni da noi non udibili. Per questo motivo i proprietari si stupiscono e attribuiscono al gatto poteri paranormali dato che il gatto si accorge subito del loro arrivo o dei loro movimenti apparentemente silenziosi. Oltre a questo, ricordiamo che il gatto, essendo così sensibile ai rumori e ai suoni, viene infastidito notevolmente da musiche, voci, suoni, rumori forti.

I GATTI SOGNANO? 

Sì, i gatti sognano. Lo si può dedurre anche dai rumori che emettono nel sonno e dalle espressioni facciali che possiamo talvolta notare durante il loro riposo!

PERCHÉ I GATTI SUCCHIANO I TESSUTI? 

Il gatto ama succhiare le maglie o i tessuti perché prova lo stesso piacere della poppata ed è per questo che accompagna questo comportamento con i classici movimenti alternati delle zampe, come per stimolare la fuoriuscita del latte dal capezzolo.  È fondamentale stare attenti che l’oggetto prescelto dal gatto non perda fili o pelucchi, che possono essere pericolosi qualora venissero ingeriti.

Alcune volte i gatti molto affezionati al proprietario compiono questo gesto anche sulla pelle dell’uomo, soprattutto l’interno del gomito dove è più delicata e morbida.

PERCHÉ I GATTI SONO ATTRATTI DA CHI NON LI SOPPORTA? 

Spesso succede che se un gatto si trova in una stanza con molte persone, tende ad avvicinarsi con maggiore disponibilità proprio a chi non vorrebbe relazionarsi con l’animale.

Questo perché il gatto vede in questa persona indifferente, che non lo osserva con sguardo fisso e non si avvicina precipitosamente verso di lui per afferrarlo e coccolarlo, un comportamento non minaccioso. Con grande disagio da parte di chi non ama la vicinanza del felino!

CURIOSITA’ SUI GATTI BIANCHI 

Talvolta i gatti con mantello bianco e occhi azzurri, quindi risultano essere affetti da sordità. Ciò si verifica quando questi gatti presentano nel loro patrimonio genetico il gene w detto anche gene bianco dominante che provoca una degenerazione dell’orecchio interno che porta alla sordità. 

CURIOSITA’ SUI GATTI TRICOLORE 

Il mantello al contempo nero, bianco e giallo-arancio è tipico delle femmine perché legato ai cromosomi sessuali X.

I rarissimi maschi tricolore sono affetti da una anomalia cromosomica perché invece di possedere i due cromosomi canonici X e Y ne posseggono tre: XXY. Questi gatti sono sterili.

CURIOSITA’ SUI GATTI SORIANI 

Questi gatti, molto comuni e apprezzati per la varietà delle striature anche maculate o marmorizzate della colorazione del mantello vengono così chiamati dall’antico nome della Siria, regione dalla quale si ritiene provengano.

FONTI

Desmond Morris – CAPIRE IL GATTO

L. Overall - LA CLINICA COMPORTAMENTALE DEL CANE E DEL GATTO

Esperienza clinica ambulatoriale personale del Dottor Alberto Franchi iscritto O.M.V. di Verona n° 425 dal 1986

Scopri la dieta adatta al tuo pet

Il mio cane

dog icon

Il mio gatto

dog icon

QUALITA PURINA

QUALITA PURINA

RESO SEMPLICE

RESO SEMPLICE

PAGAMENTI SICURI E PROTETTI

PAGAMENTI SICURI E PROTETTI

SPEDIZIONI SICURE E VELOCI

SPEDIZIONI SICURE E VELOCI

Pets image 
Purinashop.it - Nestlé Purina Commerciale S.R.L. - Via del Mulino 6, 20090 Assago (MI) - REA MI-2559009, P. IVA 10805410965 ed è gestito ad ogni effetto operativo da B2X S.r.l. con sede in Roma, Via Tiburtina, 1236, P.IVA 11020591001, PEC b2x@legalmail.it - Tutti i diritti riservati.