Cucciolo in Casa: I Primi Giorni

Cucciolo in Casa: I Primi Giorni

UN CUCCIOLO IN CASA:

L’acquisto o l’adozione di un cucciolo è una scelta meravigliosa che deve essere presa con consapevolezza. È importante ricordare che il nuovo arrivato farà parte della famiglia per lungo tempo, e avrà bisogno di affetto, cure e attenzioni adeguate a ciascuna fase della sua vita.

E’ importante ricordare che il nuovo arrivato farà parte della famiglia per lungo tempo, e avrà bisogno di affetto, cure e attenzioni adeguate a ciascuna fase della sua vita.

 

COME ORGANIZZARE LA CASA IN VISTA DELL’ARRIVO DEL CUCCIOLO 

La nostra casa può essere adattata al nuovo cane con pochi ma importanti accorgimenti.

  1. Preparare un luogo o un’intera stanza appartata, silenziosa e accogliente adatta ad ospitare la zona di riposo e relax del cucciolo.
  2. premunirsi di una ciotola per l’acqua e di un’altra ciotola per l’alimento, delle dimensioni adeguate al cucciolo e con una base che ne garantisca la stabilità.
  3. Se nell’appartamento ci sono scale o gradini valutare l’opportunità di prevenire cadute del cucciolo mediante opportuni ripari o cancelletti
  4. Attenzione ai cavi elettrici, a oggetti o soprammobili che potrebbero essere accidentalmente ingeriti dal cucciolo.

 

QUANDO ARRIVA UN CUCCIOLO IN CASA 

Quando si prende un cucciolo è opportuno considerare che in un solo momento il piccolo è costretto ad affrontare alcune situazioni stressanti che potrebbero modificare il suo equilibrio:

  1. Allontanamento dalla madre
  2. Allontanamento dai fratelli, i suoi primi compagni di vita e di gioco.
  3. Nuovo ambiente
  4. Nuova alimentazione, qualora venisse modificata.

Sarebbe opportuno, soprattutto se la casa è molto grande, consentire al cucciolo di approcciarsi ai vari ambienti gradualmente, per un miglior ambientamento.

  1. Posizionare una ciotola di acqua fresca e pulita che sia sempre a disposizione in un punto facilmente raggiungibile.
  2. Fornire la ciotola contenente la razione alimentare secondo le indicazioni del Medico veterinario, da togliere non appena terminato il pasto
  3. Disporre i tappetini assorbenti per i suoi bisogni fisiologici facendo molta attenzione che non vengano ingeriti dal cucciolo.
  4. Mettergli a disposizione delle coperte perché possa adagiarsi sul qualcosa di morbido, assicurandosi che non perdano fili che possano risultare pericolosi se ingeriti.
  5. Concedergli, a seconda dell’età e della taglia, qualche gioco stimolante e sicuro che possa essere utilizzato anche in assenza del proprietario.

Per una convivenza serena è opportuno fissare da subito delle regole riguardanti le abitudini e l’utilizzo degli spazi condivisi:

  1. evitare sin da subito che il cucciolo possa accedere a letti o divani se non si desidera farla diventare un’abitudine
  2. Controllare sempre attentamente l’interazione del cucciolo con i bambini
  3. Impostare un’educazione del cucciolo che si basi su rinforzi positivi, premiando i comportamenti desiderati con carezze o anche con piccoli bocconcini di alimento senza eccedere e rispettando le razioni giornaliere indicate sulla confezione.
  4. Con il passare dei giorni e delle settimane, concedere al cane di conoscere tutto l’appartamento. In seguito, a vaccinazioni terminate, e quando indicato dal Medico veterinario, permettergli di conoscere e frequentare gradualmente l’ambiente all’esterno dell’abitazione, perché possa completare il processo di socializzazione con altri cani e persone.

 

ALIMENTAZIONE DEL CUCCIOLO APPENA ARRIVATO A CASA 

La fase dello svezzamento, ovvero il passaggio graduale da un’alimentazione costituita esclusivamente dal latte materno a quella completa e bilanciata che accompagnerà il cucciolo fino all’età adulta, risulta essere piuttosto delicata. Una volta che il cucciolo è arrivato nella nuova famiglia, il medico veterinario, qualora lo ritenesse necessario, potrebbe suggerire di cambiare l’alimentazione del cucciolo. Anche questo passaggio deve avvenire gradualmente per evitare la possibile insorgenza di piccoli disturbi del tratto gastrointestinale del cucciolo.

 

NUOVO CUCCIOLO IN CASA QUANDO È GIA’ PRESENTE UN ALTRO ANIMALE DOMESTICO 

Una cura particolare è da osservare qualora nell’appartamento sia già presente un altro cane o un altro animale domestico.

  1. Per far sì che l’animale già presente in casa, soprattutto se gatto, non interpreti il nuovo arrivato come un rivale, si può procedere ad una conoscenza ed interazione graduale, tenendo inizialmente gli animali in due stanze adiacenti ma separate, così da far percepire ad entrambi la presenza dell’altro, senza che però abbiano da subito un contatto diretto
  2. Nel caso In cui l’animale già presente sia un cane adulto è importante avvicinarli gradualmente sempre in presenza di qualcuno che controlli ogni loro comportamento; osservandosi e fiutandosi, dovrebbero riuscire a convivere serenamente.

Oltre a tutti questi piccoli suggerimenti, è infine fondamentale rivolgersi sempre al Medico Veterinario per seguire le sue indicazioni.

FONTI

P.Pageat PATOLOGIA COMPORTAMENTALE DEL CANE

K.L. Overall LA CLINICA COMPORTAMENTALE DEL CANE E DEL GATTO

Esperienza clinica ambulatoriale personale del Dottor Alberto Franchi iscritto O.M.V. di Verona n° 425 dal 1986

Scopri la dieta adatta al tuo pet

Il mio cane

dog icon

Il mio gatto

dog icon

QUALITA PURINA

QUALITA PURINA

RESO SEMPLICE

RESO SEMPLICE

PAGAMENTI SICURI E PROTETTI

PAGAMENTI SICURI E PROTETTI

SPEDIZIONI SICURE E VELOCI

SPEDIZIONI SICURE E VELOCI

Pets image 
Purinashop.it - Nestlé Purina Commerciale S.R.L. - Via del Mulino 6, 20090 Assago (MI) - REA MI-2559009, P. IVA 10805410965 ed è gestito ad ogni effetto operativo da B2X S.r.l. con sede in Roma, Via Tiburtina, 1236, P.IVA 11020591001, PEC b2x@legalmail.it - Tutti i diritti riservati.