Proteggi subito il tuo cane dagli attacchi delle pulci

Proteggi subito il tuo cane dagli attacchi delle pulci

 Le pulci del cane sono trasmissibili all’uomo?

L’infestazione da pulci è una delle più diffuse problematiche parassitarie esterne del cane, causata da minuscoli insetti privi di ali, noti anche come sifonatteri o afanitteri. In grado di muoversi agilmente sul manto dell’animale, sopravvivono succhiando il sangue del quadrupede e trascorrendo tutto il loro ciclo vitale sul corpo dell’ospite. Le pulci sono piccole ma resistenti, tanto da riuscire a infestare anche l’ambiente domestico deponendo uova e colpendo anche l’uomo: determinano un forte prurito ma anche dermatiti allergiche nei soggetti più sensibili. Debellarle è fondamentale, sia per la salute del cane d'affezione che del proprietario.

Le pulci del cane                                                                                  

Piccole ma coriacee, le pulci sono parassiti infestanti piuttosto fastidiose: sebbene ne esistano specie differenti, quella che colpisce i cani è la Ctenocephalides canis, pulce del cane ma può essere anche infestato dalla pulce del gatto (Ctenocephalides felis). Quest’ultima, infatti, infesta non solo i felini ma anche altri animali domestici: solitamente appare dalla forma leggermente schiacciata e dal colore marrone o nero, con un formato ovale che non supera i 3 millimetri. Vive aggrappata al pelo dell’animale ospite succhiandone il sangue dalla cute, inoltre depone le uova durante le ore notturne: queste possono scivolare dal corpo del cane infestando la cuccia e le aree domestiche, dove si schiudono liberando le larve. Tali larve vivono per due o tre settimane nutrendosi degli escrementi delle pulci adulte e del materiale organico prodotto dal quadrupede: il ciclo vitale non ha mai fine perché possono sopravvivere anche in inverno, grazie al tepore dell’ambiente domestico. Una singola pulce può deporre anche migliaia di uova nel corso della sua vita: può infestare tutte le zone della casa, come cucce, tessuti, tappeti e divani, quindi aree dove la luce è ridotta o molto umide.

Sintomi e malattie collegate alle pulci 

Le pulci si possono intercettare mentre camminano sulla cute dell’animale, invece i puntini neri lasciati sulle superfici sono le loro feci. L’amico quadrupede solitamente si gratta, morde e lecca le parti dove il prurito è più forte. Si possono sviluppare perciò infiammazioni con crosticine e perdita di pelo, ma gli effetti possono essere su tutto l'organismo. L’animale potrebbe mostrare gengive pallide, apparire dimagrito e fiacco, sviluppare anemia o anche una dermatite allergica da pulci. Ancora, vi sono malattie causate dalla presenza di parassiti intestinali e dall’ingestione accidentale di larve.

Come eliminare le pulci del cane?

Per la salute del cane e l'igiene degli ambienti, è necessario spezzare il circolo vizioso imposto dalla presenza di questi parassiti: eliminare le pulci è un procedimento irrinunciabile, da affrontare in più momenti.

Non solo antiparassitari, shampoo e pulizia della dimora, ma anche prevenzione: ecco quali sono le armi più efficaci.

  • Antiparassitario in gocce o fialetta: solitamente acquistabile sotto forma di spot-on liquido, è il rimedio più efficace per debellare la presenza delle pulci, quindi delle larve e delle uova, con una copertura mensile assicurata. Va applicato in base alle indicazioni proposte dal prodotto stesso e con il supporto del veterinario, che potrà suggerire l’articolo migliore per il cane;
  • Collare antipulci: in commercio sono presenti anche i collari antiparassitari in grado di rilasciare gradualmente una serie di principi attivi utili a eliminare e prevenire la presenza delle pulci. La copertura è molto valida è può durare più mesi, proteggendo anche la casa dalla presenza di altri parassiti fastidiosi come le zecche;

Shampoo antiparassitario: è il primo prodotto da impiegare per eliminare le pulci, utilizzandolo mentre si pratica al cane 

  • un bagno tiepido, strofinando il corpo con il prodotto e massaggiando in particolare le zone più critiche quali collo, ascelle, ventre e genitali. Al risciacquo si passa il pelo con un pettine con denti stretti, come quello per i pidocchi dei bambini, così da rimuovere pulci e larve, ripetendo se necessario e asciugando accuratamente. Dopo qualche giorno, è bene applicare la fialetta o il collare antiparassitario;
  • Compresse: l’antiparassitario è disponibile anche in compresse masticabili, da mescolare con il cibo e dal sapore appetibile;
  • Prodotti e rimedi naturali: tutti i prodotti classici presenti in commercio sono disponibili sia ad azione farmacologica, grazie alla presenza di una serie di principi attivi di sintesi, oppure con l’impiego di sostanze naturali.
  • Igienizzare la casa: meglio passare l’aspirapolvere in tutte le aree condivise con il cane, igienizzando tessuti e lavando tutto ciò che viene utilizzato dal quadrupede, gettando in un sacco ermetico tutto ciò che non si può ripulire, sacchetto dell’aspirapolvere compreso;
  • Alimentazione: una corretta alimentazione potrà supportare una ricrescita sana del pelo nelle aree colpite da dermatite e rinforzare la cute, per questo Purina ha creato Purina Pro Plan Opti Derma (Adult e Puppy), ideale per il benessere della pelle grazie a una combinazione bilanciata di ingredienti e fonti proteiche selezionate utili nell’aiutare a sostenere un pieno recupero. Anche Tonus Dog Chow Sensitive è un prodotto ideale per la pelle delicata, con vitamine, zinco e acidi grassi Omega 3 & 6 che aiutano a gestire le reazioni cutanee.

Trasmissione pulci dal gatto all’uomo: sintomi e cure 

La pulce può colpire anche l’uomo procurandogli un certo fastidio: le più diffuse per questo genere di infestazione sono la Ctenocephalides felis (pulce del gatto), la Ctenocephalides canis (pulce del cane) e la Pulex irritans (pulce dell'uomo). Il morso consiste in un piccolissimo puntino circondato da un’area infiammata e arrossata: il gonfiore non è eccessivo, ma la pulce può mordere in più punti, con maggiore predilezione per gambe e caviglie. Il prurito è fastidioso ma alcune persone possono risultare maggiormente sensibili alla saliva del parassita, possono sviluppare una forma di allergia, favorendo anche malattie invalidanti, infezioni e la trasmissione di virus e batteri. Il prurito si può contrastare con impacchi freddi, pomate per uso topico e antistaminici che il medico curante potrà indicare.

 

 

Scopri la dieta adatta al tuo pet

Il mio cane

dog icon

Il mio gatto

dog icon

QUALITA PURINA

RESO SEMPLICE

PAGAMENTI SICURI E PROTETTI

SPEDIZIONI SICURE E VELOCI

Pets image
Purinashop.it è un sito di proprietà di Nestlé Italiana S.p.A., Divisione Purina Petcare, con sede legale in Via del Mulino 6, 20090 Assago (MI) - REA 91673/MI, P. IVA IT00777280157 ed è gestito ad ogni effetto operativo da B2X S.r.l. con sede in Roma, Via Tiburtina, 1236, P.IVA 11020591001, PEC b2x@legalmail.it - Tutti i diritti riservati